Week-end Spirituale Vocazioni – ThankYouGod

Venite, è pronto!

“Venite, è pronto!” (cf Lc 14, 17) con questo invito è iniziato il Weekend organizzato dall’équipe Vocazioni–ThankYouGod del Rinnovamento del Lazio, dal 27 al 29 giugno 2014, presso il Centro Santa Maria dell’Acero, nei pressi di Roma. Infatti Gesù aveva preparato un invito a cena per ogni partecipante, chiamandolo per nome… un invito con l’unico proposito di far star bene i Suoi ospiti e donare loro la Gioia. Sono intervenuti anche Emilia Paladino e don Guido Pietrogrande per la celebrazione eucaristica di domenica.  

Testimonianze ritiro 

 

L’invito ci è stato rivolto perché Gesù ci ama da sempre e per sempre. Questa è la prima grande verità che è stata proclamata nella catechesi di venerdì, tenuta da Valentina Peloso: a Lui non importa in quali condizioni ci troviamo, a Lui interessa solamente che accettiamo l’invito alla Sua cena, che diciamo il nostro “Sì” al grande progetto d’amore che ha per ciascuno di noi. Per poterlo fare, noi dobbiamo rimuovere tutte le scuse che spesso opponiamo ai suoi inviti alla vita vera e alla felicità. Scuse che Luca richiama proseguendo la parabola degli invitati alle nozze; scuse che non hanno fondamento, se non quello della bugia e della mancanza di fiducia, come ha chiaramente illustrato Emilia Palladino nella giornata di sabato. Quando inventiamo una scusa è perché in fondo non vogliamo far rimanere male chi ci è davanti, non vogliamo “osare” di dire tutta la verità… prima di tutto a noi stessi e poi a Gesù; non vogliamo correre rischi, perché non ci fidiamo. Ed ecco che così la menzogna si stratifica in noi, nel nostro cuore, e immobilizza le nostre vite per anni. Si diventa storpi, ciechi e zoppi, in conseguenza delle nostre azioni, della nostra mancanza di verità su questi punti si è focalizzato l’intervento di Amedeo Martina. Indicando come spesso cerchiamo relazioni con le persone che ci sono accanto: familiari, mariti, mogli, colleghi di lavoro, ma spesso queste relazioni ci deludono. Non ci accorgiamo che la prima relazione parte da noi stessi, che la prima verità la dobbiamo dire a noi.

I relatori e tutta l’équipe hanno accompagnato i partecipanti in momenti di preghiera durante i quali, con l’aiuto potente e fondamentale dello Spirito Santo, ognuno ha potuto smascherare le proprie bugie e iniziare ad abbattere quella stratificazione accumulata negli anni.

Per molti è stato proprio come un ritornare alla vita dopo tanto tempo, sentire di nuovo quel calore che avvolge il cuore, sentire l’amore di Dio che penetra nel profondo del nostro essere, come solo Lui sa fare, perché è Lui che ci ha creati e conosce tutto di noi.

Il momento di intimità più forte è stato vissuto nella notte del sabato durante l’Adorazione notturna, dove ognuno ha incontrato personalmente Gesù nel proprio cuore in momenti di silenzio alternati a momenti di animazione spontanea. La Grazia di Dio è scesa con potenza! La gioia è esplosa poi la domenica mattina quando ci si è accorti che tramite il “Sì” personale si diventa un unico Corpo. Sì perché ogni persona non cammina da sola, ma è accompagnata dall’aiuto dei fratelli. E così è stato nel concreto! Un momento di Grazia infinita dove l’Amore di Gesù ha riempito i cuori di tutti… nessuno riusciva più a tenere questo amore per sé, era nata la gioia e il bisogno di portarlo agli altri. Così è terminato l’insegnamento della domenica mattina di Silvia Storgato, sul tema: “Il padrone allora disse al servo: esci per le strade e lungo le siepi e costringili ad entrare, perché la mia casa si riempia” (Lc. 14, 23).

La domenica pomeriggio con gioia abbiamo accolto don Guido Pietrogrande, assistente spirituale nazionale del Rinnovamento, che ha celebrato la S. Messa e nel corso dell’omelia ci ha invitato a donare la pace a colui che ci aveva ferito, attraverso il fratello che ci era accanto, perché ogni Celebrazione eucaristica è un momento di guarigione per la nostra vita.

Dopo aver ricevuto l’invito a una festa, scelto di accettarlo, perché ci si può “fidare”… ora si va, si esce a invitare gli altri al banchetto di gioia e pace che Gesù ha preparato… perché di posto nella sua casa ce n’è ancora!

Valentina Peloso

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com